ALTRI PRODOTTI

RESISTENZE PER CILINDRI DI PLASTIFICAZIONE

Rex TCS è un innovativo sistema di resistenze che genera calore in modo efficiente e abbatte in modo drastico i costi energetici associati al riscaldamento del cilindro delle presse ad iniezione e dei cilindri di estrusione.

 

Non ci sono particolari segreti nascosti dietro l'elevatissima efficienza energetica del sistema TCS; questa teconologia infatti combina semplicemente le eccellenti proprietà isolanti della coibentazione in ceramica con un elemento riscaldante annegato al suo interno che genera potenza termica e la trasmette esclusivamente per irraggiamento. In questo modo TCS è in grado di incrementare del 250% il flusso termico verso il cilindro e di ridurre allo stesso tempo del 75% la dispersione termica verso l’ambiente.

VANTAGGI - La riduzione dei consumi non è l’unico vantaggio

Come si evince dal grafico B.1, TCS permette di raggiungere la temperatura di esercizio in meno della metà del tempo e ciò determina un conseguente aumento di produttività. La ragione è presto spiegata in quanto, al contrario delle normali resistenze, la temperatura esterna delle resistenze TCS resta sempre prossima a quella dell'ambiente e questa condizione ostacola ogni forma di dispersione termica verso l'esterno; man mano perciò che le resistenze TCS si scaldano, il calore generato viene convogliato unicamente verso il cilindro, ottenendo quindi una rampa di riscaldamento costante che permette di raggiungere la temperatura operativa in meno della metà del tempo.

Il grafico B.2 mostra chiaramente come, grazie a TCS, il sistema di controllo della macchina sia in grado di minimizzare gli scostamenti della temperatura attorno al valore di riferimento, contenendo questi ultimi entro il mezzo grado centigrado. Il profilo di temperatura rimane pertanto costante ed uniforme, condizione determinante per ottenere un’elevata qualità del prodotto lavorato. Ma come fa TCS a permettere un controllo così stabile e preciso? Basta pensare al fatto che l'elemento riscaldante ha una massa, e quindi una capacità termica, molto esigua; non appena quest'ultimo viene alimentato, la sua temperatura cresce quindi molto rapidamente, al contrario non appena viene tolta l'alimentazione, questo disperde in manierà repentina. Da qui si capisce che l'inerzia termica di TCS è estremamente ridotta e ciò permette di poter avere un controllo molto reattivo in temperatura.

TCS è un sistema estremamente semplice, a partire dal montaggio e dallo smontaggio che risultano operazioni piuttosto semplici e intuitive. L'implementazione di TCS sulla pressa non aggiunge alcuna complicazione tecnica ulteriore alla macchina; TCS utilizza i medesimi sensori e collegamenti elettrici e perciò non vi è alcuna modifica nel sistema di controllo della pressa. Una singola sezione TCS sostituisce tipicamente due o tre fasce riscaldanti convenzionali, ragion per cui il sistema finale che ne risulta presenta meno complicazioni operative. Infine TCS ha una vite media di oltre 10 anni, valore che assicurà una durabilità ben superiore rispetto alle tradizionali resistenze sul mercato.

La temperatura della superficie esterna dei semigusci TCS è prossima a quella dell’ambiente circostante e perciò il pericolo di eventuali ustioni per gli operatori è eliminato

TCS è un sistema che si ripaga da sé nell’arco di 12-18 mesi, tempo assai contenuto se paragonato alle tempistiche con le quali tipicamente si rientra degli investimenti nel settore elettrico (3-5 anni). Inoltre, la durabilità dei componenti di TCS è superiore a 10 anni, ben più lunga rispetto a quella delle resistenze convenzionali

Quanto permette di risparmiare?

L’implementazione di TCS apporta un risparmio energetico sempre e comunque.

Il grafico C.1 mostra i dati provenienti da rilevazioni compiute da oltre 100 aziende americane che hanno installato TCS sulle loro macchine.

  • Il risparmio medio si aggira attorno al 40%
  • Col costo dell’energia elettrica in Italia è possibile arrivare ad ottenere un risparmio annuo di oltre 15000€ su macchine il cui cilindro abbia un diametro superiore ai 150 mm.

È intuitivo capire come TCS, andando a minimizzare proprio la dispersione termica, permetta di ridurre fortemente anche l’eventuale spesa energetica dovuta alla climatizzazione degli ambienti.

Impianto di raffreddamento e geometrie particolari

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO

TCS è integrabile con un sistema di raffreddamento ad aria; questa soluzione è stata pensata per tutti quei casi in cui si abbia la necessità di variare spesso la temperatura di lavorazione (es. cambio di materiale). Lo stesso sistema è adatto anche per poter implementare TCS sui cilindri di estrusione i quali, lavorando in modo continuativo, necessitano di un sistema di raffreddamento per poter controllare in modo preciso la temperatura delle varie zone del cilindro.

GEOMETRIE PARTICOLARI

Lo spessore dei semigusci è di 83 mm.
A seconda del tipo di macchina può succedere di avere
problemi di interferenza in alcuni punti del cilindro. Per
ovviare a tali complicazioni è possibile intervenire sulla
geometria dei semigusci in modo da adattare il sistema alla
specifica esigenza.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER per rimanere sempre aggiornato su News e Eventi

top